Quali sono le competenze di un buon Social Media Manager?

Tutte le aziende, già da un po’ di tempo a questa parte, sono approdate online con l’obiettivo di incrementare il proprio successo e di parlare ai consumatori con gli strumenti da loro più utilizzati, ovvero i Social. La gestione delle pagine, i post da pubblicare, le foto più adatte che creino coinvolgimento ed emozione, gli hashtag ed i tag: tutto ciò che riguarda i social deve essere studiato ed analizzato, in quanto proprio da queste piattaforme dipende una fetta del successo. Basti pensare che, ormai, ogni tipo di comunicazione è rapido, sintetico ed immediato perché, la vita frenetica e la mancanza di tempo impone che le informazioni vengano date per essere fruite tempestivamente.

Quindi, il messaggio deve essere persuasivo, incisivo e colpire dritto al cuore. Tutto questo è possibile solo se vengono messe in pratica competenza e professionalità da parte di chi con i social ci lavora tutti i giorni e ne conosce i loro segreti. 

Strategie e tecniche da mettere a a punto variano a seconda della piattaforma di riferimento: per questo motivo, ogni social andrà studiato a fondo, ne andranno rilevate le sue caratteristiche e quelle del pubblico di riferimento per poi impostare una comunicazione che sia modellata sulle stesse e, quindi, adeguata ad un determinato tipo di sistema al quale si riferisce. 

Chiaramente, nulla dovrà essere lasciato al caso e, dato che anche dalla gestione dei social dipenderà il successo del prodotto e l’aumento delle conversioni, è opportuno che questo lavoro venga affidato ad un professionista.

La figura del Social Media Manager, oggi, è particolarmente ricercata dalle aziende proprio perché chi è a capo di esse ha compreso le potenzialità della promozione online.

Le statistiche parlano chiaro: su Facebook esistono più di 50.000.000 di pagine business che, mensilmente, contano più di 2 miliardi di interazioni da parte degli utenti: questi dati impongono, quindi, una programmazione capillare e la valutazione di sponsorizzazioni, campagne promozionali, post da pubblicare un determinata date e così via. Tutto ciò dovrà far parte del business plan che il professionista dovrà redigere per avere contezza di ogni cosa.

Secondo quanto detto, sicuramente vi starete chiedendo: “Quali competenze dovrà avere un Social Media Manager per essere considerato un buon professionista?”

Non resta che scoprirlo insieme nel prossimo paragrafo. 

Social Media Manager: il professionista dei social  

Essere un social media manager, oggi non basta.

Se vuoi intraprendere questa professione dovrai avere fame di successo, superare la concorrenza ed essere agguerrito nel raggiungimento degli obiettivi che ti sei prefissato.

Sei pronto ad accogliere la sfida? Allora partiamo! 

Tecnica e psicologia, strategie e sociologia saranno le conoscenze da intrecciare per riuscire bene nel tuo lavoro.

Infatti, il social media manager è colui che, in un momento specifico e studiato riesce a provocare delle emozioni mediante determinati contenuti. 

Per questo motivo, tra le competenze che un social media manager dovrà avere, ci sono anche quelle relative alle soft Skill ma, in modo più specifico e dettagliato, elenchiamo tutto ciò che è importante per chi svolge questa professione.

Programmazione

Lo abbiamo già detto ma, data l’importanza dell’argomento, lo ripetiamo. Programmare è il primo step per avviare un ottimo lavoro.

Un ottimo Social Media manager dovrà creare una sua agenda editoriale che dovrà coprire almeno un intero mese. Meglio se si pianifica un intero anno, lavoro sicuramente pesante durante la fase di pianificazione ma che dara frutti eccezionali.

Non solo: un buon social media manager deve anche programmare la pubblicazione dei post che, quindi, spesso, andranno in automatico seguendo l’orario ed il giorno preventivamente impostati. 

Questo consente, tra le altre cose, di ridurre al minimo il rischio degli imprevisti.

Brand Awareness

Ogni professionista del settore sa, qualsiasi strategia di marketing venga applicata, sarà studiata in modo tale da mettere sempre in risalto il Brand. Infatti, un buon social Media Manager sarà in grado di garantire la riconoscibilità del marchio anche laddove esso non venga specificato.

Dovrà essere preparato e bravo a sviluppare intorno al brand credibilità, autorevolezza ed interesse, al fine di aumentare il numero delle conversioni anche in base alla  percezione positiva che l’utente ha dell’azienda.

Dal marchio dovrà trasparire la filosofia aziendale che sarà sempre trasferita al cliente come caratterizzata da un’importante e condivisibile base valoriale.

Ogni post o ogni foto dovrà essere scelta tenendo conto del brand e delle peculiarità del social a cui viene affidato il compito di veicolare il messaggio.

Social Media Strategy

Fissare gli obiettivi, valutare il tempo da impiegare per raggiungerli e partire dal budget stabilito per avviare una vera e propria strategia.

Questi elementi devono essere ricordati sempre e prima di cominciare a promuovere un prodotto o un servizio, pubblicando tutti i relativi post o foto in modo che vengano rispettate le linee guida che vi siete dati.

Interagire con gli utenti

Imperativo fondamentale sarà privilegiare le interazioni con lead e prospect e, più in generale, con i vari utenti che commentano e lasciano relazioni sul web.

La tempestività nelle risposte, la cortesia riservata a chi chiede informazioni e la disponibilità che viene dimostrata nei confronti degli utenti, sono percepiti come sinonimi di professionalità e contribuiscono ad accrescere la fiducia riposta nell’azienda da parte dei consumatori.

Contest e premi

Ciò che richiama l’attenzione degli utenti sono i post in cui si annunciano Contest e la possibilità di vincere un premio, secondo quanto stabilito dall’azienda. Si tratta di una coccola che contribuisce a fidelizzare i clienti ed a far ricadere su di loro una grande attenzione.

I post di questo tipo sono “sempreverdi” e risultano fondamentali e fungono da jolly.

Queste sono le regole di base che un buon social media manager deve rispettare per riuscire a vincere la sfida dei social. 

Accanto ad esse, altro punto determinante sarà la capacità di fare pubblicità: ecco perché, anche in questo caso, dovrà essere studiato un investimento opportuno e strategico che consenta di migliorare i propri risultati.

Se senti il richiamo dei social e vuoi rispondere con il tuo lavoro, ti consigliamo di fare tuoi tutti questi suggerimenti preziosi e di trasformarli in pratica. Ovviamente, l’intuito, la fantasia, la creatività dovranno costituire la base del tuo operato ed animarlo. Il resto imparalo pure… ma dai libero sfogo alla tua determinazione! 

Social Media Manager, una professione, un’identità! 

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Articoli che potrebbero interessarti

[simpay id=”328″]
[simpay id=”321″]
[simpay id=”311″]